Puoi farlo subito! Dillo ai tuoi amici e ai tuoi conoscenti.

sms facebook twitter email

Puoi anche salvarlo e stamparlo in un secondo momento.

visualizza stampa

Guarda la nostra campagna pubblicitaria!

La ricerca

L’IRCCS San Raffaele Pisana è organizzato sulla base di una struttura dipartimentale che provvede a fornire una assistenza clinica di elevata qualità. L’attività di ricerca viene svolta da delle Aree di Ricerca e da un Centro Ricerche che ne garantisce l’aspetto traslazionale. Tale organizzazione è stata disegnata per consentire la trasferibilità dei risultati dalla ricerca di base all’assistenza.

L'attività di ricerca, è articolata secondo le 5 Linee di ricerca concordate con il Ministero della Salute (vengono riportate le 4 linee di ricerca di maggiore interesse per il nostro Istituto):

Riabilitazione motoria e sensoriale: principali ambiti e obiettivi della ricerca

Aspetti genetici, cellulari e molecolari nel Parkinson, nell’Alzheimer, nello Stroke, nelle malattie cardiovascolari, cerebrovascolari, respiratorie, nel dolore e nei fenomeni collegati alla fragilità dell’anziano. Aspetti clinici e percorsi riabilitativi nelle patologie cardiovascolari, respiratorie e neurologiche geneticamente determinate o acquisite, e nei disturbi di coscienza. Recupero delle patologie neuromuscolari mitocondriali.

Ecco i principali obiettivi della ricerca nell'ambito della riabilitazione motoria e sensoriale:

  • individuare il miglior approccio farmacologico alla malattia di Parkinson in grado di minimizzare le complicanze da un punto di vista motorio
  • far raggiungere, o mantenere, con programmi riabilitativi specifici, la maggior autonomia e la miglior qualità di vita possibili nella quotidianità del paziente, cioè nella cura di sé, nel lavoro o studio e nel tempo libero.

Meccanisimi di recupero funzionale della patologia cronica disabilitante: principali ambiti e obiettivi della ricerca

Studio degli organi e degli apparati sede di malattia cronica attraverso l'utilizzo di modelli cellulari e animali, normali e transgenici, e di modelli di patologia umana cronica che necessitano di recupero funzionale per la cura degli organi sede di malattia cronica. Valutazione/impatto delle comorbilità cardio-respiratorie e endocrinometaboliche sull’’outcome riabilitativo. Ruolo del training fisico e della sua associazione con presidi farmacologici e con interventi nutrizionali sulle alterazioni metaboliche e funzionali e nel recupero funzionale nelle patologie croniche, invalidanti.

Ecco i principali obiettivi della ricerca nell'ambito delle patologie croniche disabilitanti:

  • valutare l'efficacia di programmi riabilitativi sul recupero funzionale del danno d'organo anche in associazione a terapie patogenetiche
  • studiare i meccanismi molecolari e cellulari che sottendono al danno funzionale ed al suo recupero dopo terapie integrate riabilitative-farmacologiche
  • studiare l'efficacia di terapie riabilitative-farmacologiche nella prevenzione delle patologie cardiovascolari

Utilizzazione di sistemi telemedicali in ambito raibilitativo territoriale: principali ambiti e obiettivi della ricerca

Applicazione di sistemi di tele-assistenza in pazienti con patologie croniche ed altamente invalidanti (scompenso cardiaco, insufficienza respiratoria, BPCO) per garantire la continuità assistenziale anche a domicilio. Gestione di programmi di training fisico con monitoraggio dei parametri vitali al domicilio del paziente. Sviluppo di nuove tecnologie per il miglioramento dei servizi di monitoraggio e dell’ambiente dei pazienti. Brain Computer Interface: implementazione di ausili ad alti contenuti tecnologici per il ripristino di funzionalità sensoriale o motoria.

Ecco i principali obiettivi della ricerca nell'ambito dell'utilizzo dei sistemi telemedicali:

  • validazione di sistemi telemedicali che consentano, attraverso sistemi di monitoraggio e somministrazione terapeutica al domicilio del paziente, la gestione della malattia cronica con la medesima efficienza e qualità assistenziale garantite da una degenza nella struttura ospedaliera di riferimento
  • implementazione di un programma di riabilitazione domiciliare, ad esempio nei casi di post intervento chirurgico (patologie cardiovascolari, toracico e neurologico)

Le disabilità dello sviluppo e neuroriabilitazione pediatrica: principali ambiti e obiettivi della ricerca

Aspetti clinici, gestionali e riabilitativi nello sviluppo del linguaggio e dell’apprendimento, e nel recupero funzionale volto al miglioramento della qualità della vita dei pazienti con disabilità dello sviluppo e della loro famiglia.

Ecco i principali obiettivi della ricerca nell'ambito delle disabilità dello sviluppo infantile:

  • valutazione precoce di handicap neonatali ed infantili
  • presa in carico di disabilità dello sviluppo, per ridurne gli effetti negativi e per recuperare le capacità residue